Cari Amici Imprenditori,

l’Italia sta affrontando un periodo di estrema difficoltà e non possiamo fare altro che unirci alle direttive degli organi competenti invitandovi a restare a casa e a rispettare le regole. Ma vogliamo fare di più… In questi giorni sono numerose le opportunità che vengono messe a disposizione da aziende, piccole e grandi: corsi di formazione, strumenti, risorse… Noi invece vi vogliamo aiutare a mettervi in gioco in prima persona!

Questo è il momento di agire, in cui si devono gettare le fondamenta, così che, quando torneranno giorni sereni, si potranno raccogliere i frutti del proprio lavoro.

In questa lettera vogliamo condividere con voi qualche idea su come organizzare e gestire un’attività imprenditoriale in situazioni di inaspettata emergenza come quella del Coronavirus o Covid19 che sta mettendo a dura prova tutti noi.

Va premesso che quanto diremo lo abbiamo già e lo stiamo mettendo in pratica in primis noi nelle nostre rispettive attività ed è frutto di ragionamenti ed azioni condivise da tutti noi e dai ns. Collaboratori che stimiamo e ringraziamo.

Sono spunti che sicuramente anche molti di voi avranno già messo in pratica, ma saremo felici se riusciremo ad essere utili anche solo ad alcuni.

 

Nell’ambito finanziario è opportuno:

  • stimare le esigenze di cassa dei prossimi mesi (budget per i prossimi 6 mesi);
  • richiedere alle banche mutui o finanziamenti a breve o medio termine per far fronte alle esigenze di cassa (per coloro che non hanno finanziamenti in essere);
  • verificare la possibilità della sospensione delle scadenze fiscali e contributive;
  • verificare la possibilità di moratorie dei mutui in corso presso la propria/e banca/che;
  • evitare di bloccare o ritardare i pagamenti ai vostri fornitori, perché sarebbe un’azione che si ritorcerebbe contro di voi, in quanto, così facendo, anche i vostri clienti ritarderanno i pagamenti o peggio non li effettueranno del tutto;
  • stare attenti alle informazioni riguardati le prossime opportunità di finanziamenti pubblici (molte usciranno a breve) e non lasciarsi sfuggire le numerose opportunità già in corso.

 

Dal punto di vista strategico in questo momento è importante PENSARE, generalmente si fa nei periodi in cui tutto è fermo (estate o Natale), e soprattutto AGIRE:

  • dedicare tempo alla formazione/informazione;
  • attivare processi di digitalizzazione, a volte tanti strumenti e tanta tecnologia sono già presenti in azienda ma nessuno li ha mai attivati per mancanza di tempo, oppure non ne conoscono tutte le potenzialità;
  • ripensare a tutte le procedure aziendali, ai flussi di documenti e di dati, con il supporto di tutti coloro che operano nelle varie aree e nei vari reparti aziendali, per aumentare l’efficienza non appena la produzione e la vendita potranno ripartire a pieno regime;
  • provare a simulare diversi scenari futuri di fatturato di fine anno ed i relativi costi, come già indicato nella sezione precedente (Ambito finanziario).
  • attivare nuovi canali di vendita o potenziare i canali già attivati, ci riferiamo in particolar modo alle attività di promozione e di vendita anche eventualmente online (nel corso della lettera affronteremo in maniera più approfondita questa opportunità);
  • dedicare risorse e tempo alla ricerca e allo sviluppo di nuovi prodotti, nuovi servizi, di selezione di nuovi fornitori o di implementazione delle procedure esistenti;
  • effettuare lavori di manutenzione straordinaria su impianti ed attrezzature, nonchè sulle linee di produzione (ciò che normalmente si fa nei periodi di chiusura estivi o natalizi può essere fatto ora);

 

Dal punto di vista del Marketing è necessario ingegnarsi a trovare nuovi canali di vendita del proprio prodotto/servizio, anche se apparentemente può sembrare difficile farlo nel proprio settore.

Ti andiamo ad elencare alcune delle soluzioni che riteniamo più idonee a valorizzare questo periodo di difficoltà:

  • puntare sul web marketing, lasciando da parte il marketing tradizionale. Molti ancora pensano che “avere il sito web” oppure “essere su Facebook” sia sufficiente ad incrementare il proprio pubblico ed aumentare le vendite. Nulla di più falso: è indispensabile stilare un “action plan combinato”, una vera e propria strategia online finalizzata e perseguire i propri obiettivi. Facebook, Instagram, Google e Linkedin sono strumenti che le persone utilizzano quotidianamente, ma sono pochissimi gli imprenditori che ne hanno capito il potenziale e li sfruttano nella maniera corretta per fare business;
  • sviluppare un e-commerce. Può sembrare una soluzione banale, ma se hai un punto vendita e purtroppo sei stato costretto ad abbassare la serranda, puoi comunque continuare a vendere i tuoi prodotti online.
  • dedicarsi alla gestione di blog e profili social. In apparenza quest’attività potrebbe apparire non utile al proprio scopo (capiamo benissimo che moltissime attività, specialmente di professionisti, siano chiuse o comunque prive di richieste da parte di clienti), ma è l’occasione giusta per dedicare il tempo a quelle mansioni da sempre “rimandate a data da destinarsi” causa mancanza di tempo. Abitua i tuoi clienti a poter fruire di contenuti di valore online… È un lavoro che sulla lunga distanza ripagherà i tuoi sforzi!

 

In ambito lavorativo, infine, uno strumento utile messo a disposizione dalle nuove tecnologie è lo smart-working. È importante favorire questa modalità di lavoro a distanza in tutti i casi in cui ciò è possibile, come disposto dalle recenti disposizioni governative, in modo da unire la tutela della salute all’efficienza lavorativa.

Lo smart-working non dovrebbe limitarsi alle sole situazioni di emergenza, come quella che stiamo vivendo in questo momento, ma anche essere incentivato come strumento di utilizzo quotidiano.

Gli strumenti che il mondo digitale mette a disposizione infatti, se implementati in maniera corretta, offrono moltissimi vantaggi ottimizzando risorse temporali ed economiche (azzerando o limitando gli spostamenti si spenderà meno tempo e soldi in mezzi di trasporto), oltre ad eliminare i problemi legati alle distanze (è possibile effettuare più agilmente riunioni con colleghi, collaboratori o professionisti in qualunque parte del Mondo), ultimo ma non in ordine di importanza, daremo una mano all’ambiente!

Il domani sarà fatto di nuovi paradigmi, di nuove strategie, di nuove aziende, startup e di quelle che reggono oggi alla crisi, magari reinventandosi, perché oggi abbiamo finalmente compreso tutti che l’innovazione può salvare il mondo.

“Ricorda che l’arcobaleno nasce nelle giornate di pioggia, fatti trovare pronto per quando tornerà a splendere il sole!”

Ora è il momento di agire!

Aiutaci a diffondere l’hashtag #reAgiamosubito.

Un cordiale saluto da tutti noi,

 

                          firmato

        lo Staff al completo

  di Studio Maurella Tommasi

                    &

             MT Group

 

coronavirus