Con il graduale ritorno alla normalità, dopo che molte imprese sono state costrette a interrompere il loro business a causa del Coronavirus (COVID-19), potrebbe essere utile accompagnare alla riapertura della propria attività una campagna di web marketing per agevolare fin da subito l’incremento (o la ripartenza) delle vendite. Sono numerose e differenti le strategie che si possono mettere in campo, oggi analizzeremo quella dell’inbound marketing!

Che cos’è l’outbound marketing?

Per arrivare a definire il concetto di inbound marketing si deve partire dal suo opposto: l’outbound marketing (o interruption marketing). Questo perché la maggior parte delle campagne pubblicitarie che ci circondano sono proprio di tipo outbound: spot pubblicitari, foto sui giornali, annunci alla radio (da qui il termine “interruption” cioè che interrompono ciò che si sta guardando, leggendo o ascoltando)… Queste modalità sono dette di outbound, ovvero rivolte ad una platea di persone molto ampia, ma non completamente “in target” col prodotto che voglio andare a vendere.

Esempio calzante è una pubblicità televisiva nel mezzo dell’evento più seguito dell’anno: il Festival di Sanremo; uno spot di pochi secondi può effettivamente raggiungere milioni di persone, ma quante di quelle sono in target con il prodotto? Quante hanno mantenuto alta l’attenzione nella pausa pubblicitaria? Si rischia di investire una somma cospicua di denaro (da 25.000 € a 414.000 € per uno spot di 30 secondi, fonte https://forbes.it) per andare a “colpire” solo una parte limitata di telespettatori.

Che cos’è l’inbound marketing?

Il concetto di “inbound” ci porta in uno scenario completamente opposto rispetto quello descritto fino a questo punto: si tratta di un insieme di strategie focalizzate sul farsi trovare da persone interessate al nostro prodotto/servizio, attrarle verso il nostro marchio e farle diventare poi contatti e clienti.

I concetti chiave in una strategia di inbound marketing sono quelli di contenuti di qualità e targetizzazione: individuare le persone che potrebbero essere interessate al mio tipo di business (su Facebook ad esempio si può selezionare un pubblico in base a età, luoghi e interessi) e proporre loro contenuti di valore che aiutino a far crescere (o a creare, per chi comincia da zero) la “brand awareness”, ovvero la notorietà del mio marchio. Queste operazioni, se attuate nella maniera giusta, possono portare ottimi risultati, e addirittura ad un prezzo nettamente inferiore rispetto alle cifre citate in precedenza.

Quali strumenti utilizzare per fare inbound marketing

Una strategia di inbound marketing trova nel web il suo “habitat ideale” per venire progettata e realizzata, ma si deve saper scegliere gli strumenti giusti per risultare vincenti e prevalere sulla concorrenza: di seguito trovi un elenco con i nostri consigli!

  • Un blog è lo strumento ideale per attirare nuovi visitatori al tuo sito web perché è possibile creare contenuti di valore e aggiornati, dimostrando così la tua competenza e migliorando la percezione che le persone hanno della tua azienda.
  • I motori di ricerca. Al giorno d’oggi se si cercano informazioni o si acquistano prodotti si comincia sempre da Google. Ottimizzare il sito in ottica SEO (Search Engine Optimization, per il posizionamento sui motori di ricerca) e accompagnarci una strategia SEA (Search Engine Advertising, la pubblicità a pagamento su Google) è ciò che può determinare il successo della tua strategia.
  • Il terzo strumento che consigliamo di sfruttare è quello rappresentato dai social network. Ad una presenza organica (cioè post, foto, video pubblicati gratuitamente) è sempre consigliabile affiancare campagne a pagamento grazie alle quali si possono raggiungere nuovi potenziali clienti e presentare i nostri contenuti di valore ad una platea ampia, ma comunque potenzialmente interessata (come anticipato in precedenza è possibile targetizzare il pubblico).

Se vuoi approfondire l’argomento della pubblicità online ti consigliamo di dare un’occhiata al nostro articolo sul Social Media Marketing!

Cosa può fare MT Group per te:

Se sei interessato o vuoi saperne di più non esitare a contattarci compilando il modulo che segue!

Nome e cognome

Mail (in uso)

Telefono